72 – Reproductive and Estrogenic Effects of 8-Prenylnaringenin in Hops

Abstract

Le osservazioni storiche e aneddotiche dell’attività estrogenica del luppolo hanno portato all’identificazione di 8-prenylnaringenin (8PN) come uno dei più potenti fitoestrogeni. Come estrogeno, l’8PN ha il potenziale di interagire con i sistemi di segnalazione degli estrogeni nel corpo, compreso il sistema riproduttivo. In termini di esposizione normale, solo le situazioni in cui c’è un’esposizione su larga scala al luppolo “grezzo” (ad esempio i lavoratori del luppolo) sono probabilmente significative, con disturbi dei cicli mestruali più probabili. Non c’è alcuna prova, né motivo di sospettare, che l’esposizione all’8PN attraverso il prodotto di luppolo più comune, cioè la birra, sia di qualche importanza per la fertilità di entrambi i sessi. In termini di potenziale sfruttamento dell’attività estrogenica della 8PN, i sintomi della menopausa sembrano offrire qualche promessa come obiettivo. Il trattamento con un debole estrogeno “naturale” sembra essere facilmente accettabile per molte donne e le incertezze sull’efficacia possono essere mascherate da forti effetti placebo, almeno per sintomi come le vampate di calore. In effetti, la relativa debolezza dell’attività estrogenica dell’8PN rispetto alle preparazioni estrogeniche farmacologiche può essere un vantaggio in quanto ciò ridurrebbe anche il rischio di cancro ormono-dipendente. Tuttavia, poiché i trattamenti per i sintomi della menopausa tendono tipicamente a coinvolgere regimi di esposizione continua o a lungo termine per donne altrimenti sane, tutti i trattamenti hanno bisogno di un attento monitoraggio in termini di sicurezza ed efficacia, anche perché devono essere considerate altre bioattività (non estrogeniche) dell’8PN e dei composti associati derivati dal luppolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.