Concussioni: recupero

  • Larger Text SizeLarger Text SizeRegular Text Size

Cos’è una commozione cerebrale? Questo di solito significa riposo. Significa anche seguire le istruzioni del tuo medico su ciò che puoi e non puoi fare mentre ti riprendi.

Ogni parte del tuo corpo ha bisogno di tempo per guarire, e anche il tuo cervello ha bisogno di tempo per guarire. Se ti fai di nuovo male al cervello prima di recuperare dal primo infortunio, potresti avere seri problemi medici.

La buona notizia è che, seguendo le istruzioni dei loro medici, la maggior parte degli adolescenti si riprende dalle commozioni cerebrali entro una o due settimane e non ha conseguenze a lungo termine.

Come posso sentirmi meglio dopo una commozione cerebrale?

A volte, quando una commozione cerebrale è grave, il medico manderà il paziente in ospedale per le cure. Ma la maggior parte delle volte, i medici mandano i loro pazienti a casa a riposare.

Quando sei a casa, sarai responsabile di come ti prendi cura di te stesso. Prendi questo ruolo responsabilmente e assicurati di avere tutto il necessario per seguire le raccomandazioni del tuo medico, come stare in una stanza buia e silenziosa, se è questo che ti fa sentire meglio. È l’unico modo per aiutare il tuo cervello a recuperare rapidamente, in modo da poter tornare alla tua vita normale, facendo sport, studiando e facendo altre cose che ti interessano.

Ecco le cose più importanti da fare per recuperare da una commozione cerebrale a casa:

  • Segui le istruzioni del tuo medico.
  • Partecipa a tutte le visite di controllo.
  • Chiama il tuo medico se hai mal di testa che peggiorano o altri problemi che non vanno via.
  • Se il tuo medico ti dice di stare a casa da scuola o dal lavoro, fallo, non importa cosa ti passa per la testa. Non lasciare che qualcuno ti faccia pressione per fare qualcosa che non è nel tuo piano di recupero.

Il tuo medico potrebbe volere che tu faccia alcune o tutte le seguenti cose:

  • Lascia riposare il tuo corpo. Il tuo medico ti dirà di evitare gli sport e alcune attività fisiche finché la commozione cerebrale non sarà completamente guarita. Finché hai dei sintomi (come mal di testa, difficoltà a vedere bene o sbalzi d’umore), dovresti limitarti a stare a casa, a dormire o a stare seduto in silenzio. Sarete in grado di fare solo le cose basilari della vita, come mangiare. Questo vi impedirà di mettere il vostro cervello sotto ulteriore stress e di ri-infliggerlo. Quando tutti i sintomi sono spariti, si può gradualmente riprendere le attività fisiche.
  • Dai una pausa alla tua mente. Oltre a far riposare il tuo corpo per evitare lesioni, il tuo medico potrebbe dirti di evitare qualsiasi attività cognitiva (di pensiero) che peggiori i tuoi sintomi. Riposare la mente include non guardare alcuno schermo – computer, telefoni cellulari, televisori o altri dispositivi. Il tuo medico ti dirà anche molto probabilmente di evitare i compiti, la lettura o qualsiasi altra cosa che faccia lavorare gli occhi o la mente.
    Se queste attività non fanno peggiorare i tuoi sintomi, potresti iniziare a farle gradualmente, ma dovresti fermarle immediatamente se i sintomi ritornano. Alcune attività, come guardare lo sport in TV o giocare ai videogiochi, sono particolarmente dannose perché richiedono molto movimento degli occhi. Il suo medico le dirà molto probabilmente di interrompere queste attività per il momento.

  • Mangi bene.
  • Evita le luci forti e i rumori intensi. Possono peggiorare i sintomi di una commozione cerebrale.
  • Astenersi da attività che richiedono di prendere decisioni o reagire rapidamente, come guidare o usare macchine.

Quando potrò tornare alla vita normale?

La chiave per recuperare dalla commozione cerebrale è questa: bisogna aspettare l’ok del medico prima di tornare allo sport o a qualsiasi attività fisica. Anche se ti senti meglio, il tuo pensiero, il tuo comportamento e il tuo equilibrio potrebbero non essere ancora tornati alla normalità.

Se fai sport e il tuo allenatore o qualcuno a scuola vuole che inizi a giocare prima che tu abbia l’ok del tuo medico, non farti convincere. Praticamente ogni stato ha dei regolamenti su quando è appropriato per i bambini e gli adolescenti tornare allo sport dopo una commozione cerebrale. Questi regolamenti esistono per proteggere i giocatori dall’essere spinti a tornare a giocare troppo presto, quando il rischio di subire una seconda e più grave lesione cerebrale è maggiore.

Iniziare gli sport o altre attività fisiche troppo presto aumenta il rischio di una condizione nota come sindrome da secondo impatto. Questo si verifica quando una persona ha un secondo trauma cranico. È molto raro, ma è nel tuo interesse non prenderlo perché può causare danni cerebrali permanenti e persino la morte.

Ogni persona con una commozione cerebrale ha bisogno di guarire completamente prima di iniziare qualsiasi attività che potrebbe portare ad un’altra commozione cerebrale.

Come faccio a sapere se ho recuperato?

Le commozioni sono diverse da altri tipi di lesioni. Le croste cadono e i lividi si attenuano fino a scomparire. Ma è impossibile vedere se il cervello è guarito.

I medici hanno diversi modi per prevedere quando il cervello di una persona è completamente guarito. Tuttavia, poiché tutte le commozioni cerebrali sono diverse, è difficile sapere quando una persona è abbastanza recuperata per tornare allo sport o ad altre attività.

Il medico ti considererà completamente recuperato quando:

  • cesserai di avere sintomi.
  • Riprendi la tua memoria e la capacità di concentrazione.
  • Non hai sintomi dopo la corsa, gli addominali o le flessioni.

Quando il medico ti dà il via libera per tornare alla vita normale e riprendere tutte le tue attività, inizia lentamente. E smettete di giocare immediatamente se i sintomi ritornano. Hai solo un cervello: proteggilo!

Recensito da: Nicole M. Marcantuono, MD
Data di revisione: maggio 2017

.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.