Cosa dovresti sapere sui vaccini COVID-19 e il diabete

di Eliza Skoler e della dottoressa Francine Kaufman

I vaccini COVID-19 sono stati autorizzati per l’uso negli Stati Uniti e in molte parti del mondo. Siamo qui per rispondere alle domande delle persone con diabete. I vaccini sono sicuri? Come funzionano i vaccini e ha importanza quale ricevo? Quali sono gli effetti collaterali, e come il vaccino influenzerà il mio zucchero nel sangue? Cosa posso fare dopo essere stato vaccinato?

Vuoi più informazioni come queste?

Scriviti ora!

Ora che tre vaccini COVID-19 sono stati autorizzati per l’uso negli Stati Uniti, e altri dieci in tutto il mondo, molte domande stanno circolando sui vaccini, la loro sicurezza e quando farsi vaccinare. Mentre la tempistica può differire da stato e anche tra i siti, le persone con diabete di tipo 2 o obesità saranno ammissibili per la vaccinazione anticipata negli Stati Uniti nei prossimi mesi, anche se questo potrebbe non essere il caso per milioni di altri – compresi quelli con diabete di tipo 1 e cari che non sono attualmente raccomandati da CDC per ricevere il vaccino in anticipo. Mentre gli stati iniziano a distribuire i vaccini, siamo qui per rispondere alle vostre domande sulla vaccinazione COVID negli Stati Uniti; aggiorneremo questo articolo quando saranno disponibili ulteriori informazioni.

Clicca per saltare giù ad un gruppo di domande:

Perché prendere il vaccino?
Perché dovrei prendere il vaccino COVID?
Come funziona il vaccino COVID-19?
Come funzionano i vaccini mRNA?
Come funzionano i vaccini vettoriali virali?

Sicurezza del vaccino
Il vaccino è sicuro per le persone con diabete?
E’ importante quale vaccino si prende?
Quale vaccino è meglio per le persone con diabete?
Quali sono gli effetti collaterali? Il vaccino può essere pericoloso?
Come il vaccino influenzerà i miei livelli di zucchero nel sangue?
I farmaci per il diabete influenzano il vaccino?
Devo vaccinarmi se ho il diabete e altre condizioni di salute?
Cos’è il vaccino AstraZeneca?

Per ottenere il vaccino
Quando le persone con diabete riceveranno il vaccino?
Come faccio a sapere quando è il mio turno per il vaccino?
Quanto costa il vaccino?
Cosa mi devo aspettare all’appuntamento per il vaccino?
Ho avuto il COVID-19 – devo comunque vaccinarmi?
Se ho i sintomi della COVID-19 ora devo fare il vaccino?

Dopo aver ricevuto il vaccino
Cosa succede dopo aver fatto il vaccino – posso ancora infettare le persone con la COVID?
Posso vedere le persone ora che sono vaccinato?
È efficace una dose del vaccino COVID?
Il vaccino protegge dalla nuova variante di COVID?
Posso prendere il COVID dal vaccino?
Sono in arrivo altri vaccini?
Quando posso smettere di indossare la maschera?

Perché fare il vaccino?

Perché dovrei fare il vaccino COVID?

Il vaccino ha la capacità di proteggere te, i tuoi cari e la tua comunità. Aiuterà il sistema immunitario del tuo corpo a combattere un’infezione da COVID-19 – questo significa che se sei esposto a COVID, il tuo corpo può proteggerti e ridurre significativamente le tue possibilità di ammalarti o di avere gravi complicazioni dal virus. Due dei vaccini che sono attualmente autorizzati negli Stati Uniti (da Pfizer-BioNTech e Moderna) sono quasi il 95% efficaci nel prevenire i sintomi di COVID negli adulti che sono stati esposti, e il terzo vaccino (Johnson & Johnson) è l’85% efficace nel prevenire una grave infezione da COVID. In altre parole, se sei vaccinato con uno dei tre e poi entri in contatto con qualcuno che ha COVID, probabilmente non ti ammalerai.

Per fermare la diffusione globale di COVID-19, la maggior parte delle persone nel mondo dovrà diventare immune al virus. Il vaccino COVID – come i molti vaccini che ci proteggono dal vaiolo, dal morbillo, dall’influenza e da altre malattie – avrà un ruolo importante nel migliorare la salute e il benessere delle persone in tutto il mondo.

Come funziona il vaccino COVID-19?

Ci sono attualmente tre vaccini che hanno ricevuto l’autorizzazione per l’uso di emergenza negli Stati Uniti: i vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson. I vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna sono simili – entrambi usano RNA messaggero (mRNA) per colpire le “proteine spike” sulle molecole del virus COVID-19. Il vaccino Johnson &Johnson è un vaccino vettoriale virale che ha anch’esso come bersaglio le proteine spike.

Come funzionano i vaccini COVID mRNA?

Il mRNA contiene istruzioni genetiche (come uno schema) per produrre specifiche proteine nelle cellule. L’mRNA nei vaccini COVID è stato sviluppato dagli scienziati per innescare le cellule umane a produrre le innocue proteine del picco COVID, e dopo che le proteine sono state costruite l’mRNA del vaccino viene distrutto. Il sistema immunitario del corpo riconosce quindi queste proteine estranee e costruisce anticorpi contro di esse. Questo significa che se in seguito sarai infettato da COVID-19, avrai anticorpi che riconoscono i picchi sulla molecola virale e possono distruggerla. Per saperne di più su questo processo guarda questo pezzo dettagliato e interattivo del New York Times.

I vaccini a mRNA non sono vaccini “vivi” – il virus vivo non viene iniettato nel corpo di una persona. Questo significa che non si può ottenere la COVID dal vaccino. Allo stesso modo, il vaccino non altera i tuoi geni.

Come funzionano i vaccini vettoriali virali COVID?

Similmente a un vaccino mRNA, un vaccino vettore virale induce le cellule del corpo a produrre proteine spike COVID-19 innocue in modo che possano imparare a riconoscere le proteine estranee e costruire anticorpi contro di esse. Più tardi, se si viene infettati dal COVID-19, il corpo avrà gli anticorpi pronti a combattere il virus.

Invece di usare l’mRNA, un vaccino vettore virale contiene il DNA di un virus diverso e innocuo. Nel caso del vaccino Johnson & Johnson, si tratta di un adenovirus – il tipo di virus che normalmente causa un raffreddore o un’influenza – che è stato progettato in modo che non faccia ammalare. Una volta che ti fai l’iniezione e il virus è all’interno del tuo corpo, il suo DNA può essere letto dal tuo macchinario cellulare per produrre proteine spike. Mentre il tuo sistema immunitario lavora per combattere queste proteine estranee, imparerà a proteggerti dal COVID-19. Per saperne di più su questo processo vedere un pezzo dettagliato e interattivo dal New York Times.

Sicurezza del vaccino

Il vaccino è sicuro per le persone con diabete?

Tutti e tre i vaccini attualmente autorizzati – Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson – sembrano essere sicuri ed efficaci per gli adulti con diabete. Rigorosi studi clinici hanno testato la sicurezza di questi vaccini in adulti di tutte le età, razze ed etnie, così come le condizioni di salute croniche.

  • Lo studio Pfizer-BioNtech ha incluso 3.150 persone con diabete (8,4% dei partecipanti allo studio).

  • Lo studio Moderna ha incluso 2.858 persone con diabete di tipo 1, tipo 2 e gestazionale (9,4% dei partecipanti allo studio).

  • Lo studio Johnson & Johnson ha incluso 3.389 persone con diabete di tipo 1 e tipo 2 (7.7% dei partecipanti al trial).

  • In termini di diversità razziale ed etnica, i trial includevano ciascuno più del 20% di partecipanti ispanici o latini, quasi il 10% di partecipanti afroamericani, e quasi il 5% di partecipanti asiatici.

Questi vaccini sono stati avanzati rapidamente grazie alle immense risorse fornite per lo sviluppo del vaccino COVID – anche con un processo veloce, i produttori del vaccino hanno dovuto seguire le tipiche fasi di sicurezza e controlli accurati. Leggi di più dal CDC su come funzionano i vaccini, i potenziali effetti collaterali e i dettagli degli studi clinici sull’uomo.

Ha importanza quale vaccino prendi?

No – tutti e tre i vaccini proteggeranno te e chi ti sta intorno. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra i vaccini che possono essere importanti per le persone con diabete.

Test clinici hanno trovato entrambi i vaccini mRNA per essere estremamente efficace negli adulti – con quasi il 95% di efficacia complessiva, solo una persona su 20 che riceve il vaccino si ammalerebbe da COVID. Tra i partecipanti allo studio con il diabete, il vaccino Pfizer-BioNtech era efficace al 95% e il vaccino Moderna era efficace al 100%, mentre il vaccino Johnson & Johnson era efficace al 53%. I partecipanti sono stati seguiti solo per pochi mesi, quindi non sappiamo ancora l’efficacia a lungo termine di questi vaccini. Come più vaccini vengono somministrati ci saranno più dati raccolti, e si spera che i bambini saranno presto arruolati in studi clinici.

Che cosa significa per questi vaccini essere “efficaci?” Se un vaccino è efficace al 50%, protegge con successo la metà delle persone che lo ricevono dall’essere infettate dal COVID-19 se sono esposte. Se un vaccino è efficace al 75%, protegge tre persone su quattro dall’infezione da COVID-19. Ancora più importante, tutti e tre i vaccini sono altamente efficaci nel prevenire una grave infezione da COVID-19. Tutti e tre gli studi clinici hanno rilevato che nelle persone che si sono infettate dopo la vaccinazione, l’infezione è stata molto più lieve – tra le persone che hanno ricevuto uno dei tre vaccini autorizzati, non ci sono stati quasi nessun decesso o ricovero derivante da COVID-19. Per saperne di più su come i tre vaccini si confrontano, guarda questo video.

Durante la distribuzione iniziale del vaccino, probabilmente non avrai alcuna scelta su quale vaccino è disponibile per te perché ci sarà una fornitura limitata e l’obiettivo è quello di vaccinare le persone il più rapidamente possibile. Entrambi i vaccini mRNA richiedono due iniezioni, il che significa che non sono considerati pienamente efficaci fino a quando non hai ricevuto entrambe le dosi e il tuo sistema immunitario ha sviluppato una protezione contro il virus (dopo la seconda iniezione). Dovresti ricevere due dosi dello stesso vaccino (Pfizer-BioNtech o Moderna). Il vaccino Johnson & Johnson richiede solo un’iniezione.

Quale vaccino è meglio per le persone con diabete?

A causa del disegno distinto di ogni studio clinico, può essere difficile confrontare direttamente i tre vaccini che sono attualmente autorizzati negli Stati Uniti. Tuttavia, sulla base di dati di prova e informazioni dai produttori di vaccini, ecco le migliori informazioni che abbiamo su come i vaccini confrontare.

Pfizer-BioNTech

Moderna

Johnson & Johnson

Quanto è efficace?

95% efficace nel prevenire la COVID con sintomi

94% efficace nel prevenire la COVID con sintomi

66% efficace nel prevenire la COVID con sintomi; 85% efficace contro la malattia grave COVID-19

Tipo di vaccino

mRNA

mRNA

Vettore virale

Quante dosi?

2 (a distanza di circa 21 giorni)

2 (a distanza di circa 28 giorni)

Quanto tempo manca alla protezione?

2 settimane dopo la seconda iniezione (~ 5 settimane in totale)

2 settimane dopo la seconda iniezione (~ 6 settimane in totale)

2 settimane dopo l’iniezione

I dati mostrano che non importa quale dei vaccini attualmente autorizzati si ottiene, ottenere un vaccino COVID-19 è sicuro e importante per le persone con diabete. Tutti e tre i vaccini sono altamente protettivi contro la malattia grave COVID e la morte. Clicca qui per vedere un video approfondito che spiega come i vaccini si confrontano.

Quali sono gli effetti collaterali? Il vaccino può essere pericoloso?

Quando ricevi un vaccino per un particolare virus, il tuo sistema immunitario costruisce una protezione contro di esso. Poiché il tuo corpo sta creando anticorpi e sta imparando a combattere il virus o i batteri presi di mira dal vaccino, potresti sperimentare normali effetti collaterali per un giorno o due – questo è simile a ricevere un’iniezione di influenza, e le persone con diabete dovrebbero monitorare i loro livelli di zucchero nel sangue e avere un piano di gestione dei giorni di malattia pronto.

Secondo il CDC, questi sono gli effetti collaterali comuni dei vaccini COVID – sono simili per le persone con e senza diabete:

  • Dolore, gonfiore, o arrossamento nel braccio vaccinato

  • Febbrezza

  • Calori

  • Fatica

  • Mal di testa

  • Nausea

  • Dolore muscolare

Questi effetti collaterali sono il risultato della preparazione del tuo sistema immunitario a combattere una futura infezione virale – non significa che ti sei ammalato a causa del vaccino stesso. Se i tuoi effetti collaterali non vanno via, contatta il tuo team sanitario.

Le reazioni allergiche gravi al vaccino COVID sono rare – puoi saperne di più dal CDC qui. Se hai mai avuto una reazione allergica a qualsiasi vaccino, chiedi al tuo operatore sanitario se dovresti prendere il vaccino COVID. Se si verifica una grave reazione allergica alla prima dose del vaccino COVID, non prendere la seconda dose.

Come il vaccino influenzerà i miei livelli di zucchero nel sangue?

Perché il vaccino può causare sintomi di malattia che possono portare ad alti livelli di glucosio, è importante monitorare attentamente i livelli di zucchero nel sangue per 48 ore dopo aver ricevuto la vaccinazione. Rimanete idratati e assicuratevi di avere pronto il vostro piano per il giorno di malattia nel caso vi sentiate male. Finora, le persone con diabete sembrano sperimentare pochi effetti collaterali e un effetto minimo sui livelli di zucchero nel sangue.

I farmaci per il diabete influenzano il vaccino?

Al momento non ci sono informazioni disponibili sulle interazioni tra i vaccini autorizzati COVID e altri farmaci – questo non è stato ancora studiato. Tuttavia, non si prevede che il vaccino stesso possa interagire con l’insulina o altri farmaci standard per il diabete. Nota: può essere utile evitare di iniettare insulina o posizionare un sensore di glucosio o una pompa di infusione nel sito di iniezione del vaccino per diversi giorni dopo la vaccinazione.

Devo farmi vaccinare se ho il diabete e altre condizioni di salute?

Le persone con complicazioni del diabete (comprese le malattie cardiache e renali) sono a rischio molto più elevato di malattia grave da COVID-19. Se hai altre condizioni di salute oltre al diabete, ottenere il vaccino è particolarmente importante.

Cos’è il vaccino di AstraZeneca?

I nuovi risultati della sperimentazione clinica negli Stati Uniti del vaccino vettoriale virale di AstraZeneca mostrano che il vaccino è stato efficace al 79% nel prevenire i sintomi dell’infezione da COVID-19, e ha impedito completamente la malattia grave e il ricovero in più di 32.000 partecipanti. Il vaccino a due dosi di AstraZeneca è attualmente autorizzato in Europa e in altri paesi, ma non è ancora stato autorizzato per l’uso negli Stati Uniti. Gli ultimi risultati degli studi clinici mostrano che il vaccino è sicuro ed efficace.

All’inizio di marzo, diversi paesi hanno brevemente sospeso la somministrazione del vaccino COVID di AstraZeneca a causa delle preoccupazioni per i possibili rari effetti collaterali, tra cui gravi coaguli di sangue. Tuttavia, poiché i dati non mostrano che il vaccino aumenta il rischio di coaguli di sangue, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha determinato che è sicuro e che i benefici del vaccino superano qualsiasi rischio. Non vediamo l’ora di aggiornare questo articolo se il vaccino di AstraZeneca riceve l’autorizzazione della FDA negli Stati Uniti.

Per ottenere il vaccino

Quando le persone con diabete riceveranno il vaccino?

Nella maggior parte dei luoghi negli Stati Uniti, le persone con diabete di tipo 2 e obesità saranno prioritari nel terzo gruppo di vaccinazione anticipata (Fase 1c) – questo è già iniziato in alcune parti del paese. Il diabete di tipo 1 non è attualmente considerato una condizione medica ad alto rischio per questa fase. Alcuni esperti di diabete credono che se hai il diabete di tipo 1 e qualsiasi evidenza di danni ai reni, malattie cardiache, o obesità con alte dosi di insulina, è una buona idea cercare la vaccinazione il più presto possibile perché potresti essere ad alto rischio di malattia grave se sei infettato da COVID-19. Per conoscere le fasi di vaccinazione raccomandate dal CDC e dove ti collochi nella linea di vaccinazione, leggi “Quando posso prendere il vaccino COVID se ho il diabete?”

Come faccio a sapere quando è il mio turno di prendere il vaccino?

La distribuzione dei vaccini è responsabilità di ogni stato, e gli stati hanno piani diversi per vaccinare le persone. La maggior parte degli stati utilizzerà reti all’interno di ospedali, uffici sanitari e farmacie per distribuire i vaccini ai residenti. A seconda di dove vivi, ti potrebbe essere chiesto di entrare in una lista d’attesa per il vaccino. Clicca qui per vedere il rapporto stato per stato della Kaiser Family Foundation, incluso chi è attualmente idoneo alla vaccinazione nel tuo stato. Per saperne di più sul tuo posto nella fila per la vaccinazione, leggi “Quando posso prendere il vaccino COVID se ho il diabete? Se hai il diabete di tipo 2 o l’obesità (un indice di massa corporea superiore a 30 – controlla qui), contatta il tuo ufficio sanitario per chiedere quando e come puoi essere vaccinato.

Quanto costa il vaccino?

Non dovrai pagare per il vaccino COVID negli Stati Uniti; sarà dato a tutti i residenti negli Stati Uniti gratuitamente. Detto questo, alcuni fornitori di vaccinazioni potrebbero addebitare una tassa amministrativa per la consegna dell’iniezione. Chiedi al tuo ufficio sanitario se ci saranno dei costi associati alla tua vaccinazione.

Cosa mi devo aspettare al mio appuntamento per il vaccino?

Quando ricevi il tuo vaccino COVID, riceverai una scheda cartacea che dice quale vaccino hai ricevuto, e quando e dove lo hai ricevuto. Riceverai anche un foglio informativo (cartaceo o elettronico) con ulteriori informazioni sul vaccino, i suoi benefici e i suoi effetti collaterali. Dopo aver fatto l’iniezione, ti verrà chiesto di rimanere sul posto per un breve periodo di tempo in modo che gli operatori sanitari possano monitorare la reazione del tuo corpo.

Ho avuto il COVID-19 – dovrei comunque vaccinarmi?

Sì – anche se puoi aspettare fino a 90 giorni dopo l’inizio della tua infezione da COVID-19. I ricercatori non sanno quanto a lungo possa durare l’immunità contro il virus dopo l’infezione naturale, anche se l’evidenza suggerisce che non è probabile che ti ammali di nuovo con COVID per i primi 90 giorni. Dovresti comunque farti vaccinare per una protezione a lungo termine, e il CDC dice che puoi aspettare 90 giorni dopo l’infezione prima di fare il vaccino.

Se ho i sintomi del COVID-19 ora, dovrei fare il vaccino?

Se sei recentemente risultato positivo al COVID-19, stai avendo sintomi, o sei stato esposto a qualcuno con COVID, per favore stai lontano da altre persone.

  • Se sei risultato positivo al COVID, aspetta di esserti ripreso (a partire da 14 giorni dall’infezione) e fino a 90 giorni prima di fare il vaccino.

  • Se hai i sintomi del COVID, autoisolati e fai il test.

  • Se sei stato esposto a qualcuno con COVID, mettiti in quarantena per 14 giorni e controllati per i sintomi. Fai un test COVID. Se non ti ammali e il tuo test è negativo, fatti vaccinare una volta finito il periodo di quarantena.

Dopo aver ricevuto il vaccino

Cosa succede dopo aver ricevuto il vaccino – posso ancora infettare le persone con COVID?

Una volta ricevute entrambe le dosi del vaccino, questo dovrebbe proteggerti dall’ammalarti di COVID. Tuttavia, i ricercatori non sanno se si può essere in grado di portare il virus (senza sintomi) e trasmetterlo ad altri. Ecco perché è ancora importante mantenere le misure di sicurezza anche dopo aver ricevuto il vaccino: indossare una maschera facciale che ti sta bene se sei in pubblico, evitare il contatto con persone che non fanno parte della tua famiglia, distanza sociale dagli altri, lavarsi le mani e monitorare la tua salute. Continuare a seguire queste misure ti aiuterà a proteggere gli altri e la tua comunità.

Posso vedere persone ora che sono vaccinato?

Due settimane dopo la tua ultima dose di vaccino (una dose per Johnson & Johnson, due dosi per Pfizer-BioNTech o Moderna) sei considerato completamente vaccinato e protetto contro la grave infezione da COVID-19. Secondo le nuove linee guida del CDC, le persone che sono completamente vaccinate:

  • possono riunirsi in casa con altri che sono completamente vaccinati, senza bisogno di indossare una maschera.

  • Non è necessario mettere in quarantena, stare lontano dagli altri, o fare il test se esposti a qualcuno con COVID – a meno che non si inizi a mostrare sintomi di malattia.

Il CDC dice anche che le persone che sono completamente vaccinate possono “visitare con persone non vaccinate di una singola famiglia che sono a basso rischio per la malattia COVID-19 grave in casa senza indossare maschere o distanziamento fisico”. Tuttavia, le persone con diabete hanno un rischio maggiore di ammalarsi gravemente di COVID-19 (anche se non ci sono maggiori possibilità di essere infettati). Per questo motivo, anche se siete vaccinati, continuate a essere prudenti.

È efficace una dose del vaccino COVID?

Per il vaccino Johnson and Johnson, sì.

Per i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna, non del tutto. I risultati degli studi clinici (Pfizer-BioNTech, Moderna) mostrano che una dose del vaccino può offrire una certa protezione, ma sono necessarie due dosi di entrambi i vaccini autorizzati per una piena efficacia.

Il vaccino protegge dalla nuova variante di COVID?

Probabilmente, ma non certamente. I ricercatori stanno ancora studiando le nuove varianti di COVID-19 per determinare quanto siano efficaci i vaccini attuali nel proteggerle. Finora, gran parte della struttura del virus è invariata nelle varianti e i vaccini attualmente autorizzati sembrano produrre anticorpi che riconoscono le varianti di COVID-19. Altri ceppi di COVID si svilupperanno probabilmente con il tempo (in modo simile all’influenza), e i vaccini potranno poi essere modificati per adattarsi alla nuova minaccia. Clicca qui per saperne di più sulle varianti di COVID, come funzionano e cosa puoi fare per proteggerti.

Posso prendere COVID dal vaccino?

No. I vaccini non contengono il virus vivo, quindi non possono infettarti con COVID-19. Gli effetti collaterali che appaiono dopo aver ricevuto il vaccino si verificano perché il tuo sistema immunitario si sta attivando e costruendo anticorpi – non sono segni di infezione.

Dopo la vaccinazione ci vuole tempo perché il tuo corpo sviluppi una completa immunità al virus, quindi è ancora possibile essere infettati da COVID nei giorni prima o dopo la vaccinazione. Questo non significa che il vaccino non ha funzionato; piuttosto, significa che il tuo sistema immunitario non ha avuto abbastanza tempo per costruire la piena immunità dal vaccino prima di entrare in contatto con il virus.

Sono in arrivo altri vaccini?

Ad oggi, 13 vaccini sono stati approvati per uso completo o limitato in tutto il mondo. Settantotto vaccini sono attualmente in diverse fasi di studi clinici sull’uomo: 55 sono nelle fasi iniziali e 23 sono nelle fasi finali della sperimentazione. Si spera che alcuni di questi vaccini siano in grado di proteggere efficacemente dalla COVID, aprendo più opzioni di vaccinazione per le persone di tutto il mondo. Per seguire lo sviluppo globale del vaccino, guarda il New York Times Coronavirus Vaccine Tracker.

Quando posso smettere di indossare una maschera?

Anche dopo aver preso il vaccino dovresti continuare a indossare una maschera ogni volta che sei in luoghi pubblici. Le maschere continueranno a proteggerti dal virus e dalle nuove varianti di COVID (dato che nessun vaccino è perfetto), e ridurranno le tue possibilità di diffondere COVID-19 alle persone intorno a te (se sei portatore del virus e non hai sintomi). Man mano che più persone si vaccinano, il numero di persone portatrici del virus nella tua comunità diminuirà, facendo diminuire il rischio di infezione. Le autorità sanitarie pubbliche faranno annunci su questo, che possono variare da un luogo all’altro e anche con la stagione.

Se sei completamente vaccinato, puoi iniziare a passare del tempo con altri che sono completamente vaccinati senza indossare maschere.

Mentre aspettiamo ulteriori informazioni e ricerche sui vaccini COVID, proteggete voi stessi e chi vi circonda. Per ulteriori informazioni, leggere “Stare al sicuro – e stare bene – durante un inverno pandemico” e “Varianti COVID, doppie maschere, diabete, oh mio!”

Nota del redattore: Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta l’8 gennaio 2021, e l’ultimo aggiornamento il 22 marzo.

Dr. Francine Kaufman è Chief Medical Officer di Senseonics, un’azienda di dispositivi per il diabete e Distinguished Professor Emerita di pediatria e comunicazione presso la Keck School of Medicine, University of Southern California.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.