Il batterista degli Allman Brothers si è sparato fatalmente davanti alla moglie

Di David K. Li

Gennaio 26, 2017 | 12:11 pm

Melinda e Butch TrucksWireImage

Il batterista della Allman Brothers Band Butch Trucks si è sparato fatalmente davanti a sua moglie in Florida, secondo i documenti delle forze dell’ordine.

Un operatore di polizia ha notato che il suicidio di Trucks martedì sera a West Palm Beach è stato assistito da sua moglie, Melinda, ha riferito il Daily Mail, citando i rapporti di polizia.

La moglie ha chiamato il 911 per riferire freneticamente che suo “marito si è appena sparato” con una pistola.

Quella chiamata di aiuto è arrivata alle 18:02 di martedì dal complesso di condominio Villa Del Lago sul lungomare della coppia. La chiamata al 911 ha identificato la vittima come “Claude”, il nome di battesimo di Trucks.

Il leggendario batterista, 69 anni, era stato perseguitato da problemi finanziari per anni, ha riferito The Mail, citando gli atti del tribunale locale.

Nel 2011, Trucks ha venduto la sua casa di Palm Beach per 2 milioni di dollari – anche se avrebbe potuto valere il doppio – forse per risolvere un mutuo di 800.000 dollari.

Il condominio dove è morto martedì è stato acquistato per 500.000 dollari nel 2014.

L’anno scorso l’IRS ha presentato un paio di pegni contro quel condominio, cercando Trucks per pagare $540.000 in tasse arretrate dal 2013 e 2014.

Trucks era un membro originale del 1969 degli Allman Brothers di Jacksonville, insieme a Duane Allman, Gregg Allman, Berry Oakley, Dickey Betts e Jai Johanny “Jaimoe” Johanson.

Gli sopravvivono la moglie, quattro figli e quattro nipoti.

L’anno scorso la rivista Rolling Stone ha nominato i 100 migliori batteristi della storia del rock e ha classificato Trucks – e il compagno di band Johanson – al numero 71.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.